accade l'inevitabile........  

lionhearted562 57M/56F
2 posts
10/15/2005 4:57 am

Last Read:
3/5/2006 9:27 pm

accade l'inevitabile........


Mentre Sandro e Jean Louis con le coperte iniziavano a cercare Franca , io raggiunsi Vittorio, che, dalla stanza al primo piano, al buio spiava le mosse di mia moglie in giro per il parco:la modesta luce della pila che Vittorio le aveva dato e che veniva continuamente intercettata alla piante rendeva abbastanza difficile seguire il suo percorso, e noi avevamo il vantaggio della posizione sopraelevata: i due cacciatori avrebbero fatto molta più fatica a trovarla: a loro Vittorio aveva dato delle luci rosse, quelle a led da bicicletta: in questo modo non potevano vedere granchè , ma permettevano a noi di capire come si stava svolgendo il gioco: confesso che ogni volta che vedevo una delle luci rosse avvicinarsi a quella bianca di Franca venivo preso da un'eccitazione folle, che si dileguava ogni volta che le luci prendevano direzioni opposte: Vittorio mi stava parlando, ma io non gli davo troppo retta: a un certo punto mi disse : "Hai capito cosa ti ho chiesto?" Questo mi richiamò alla realtà, gli chiesi di ripetere la domanda che, francamente, non avevo afferrato: "Ti ho chiesto se sei d'accordo che dopo che uno dei ragazzi l'avrà catturata e portata qui, io faccia in modo che si renda conto che non è sola con me !Sai ,ho notato che la posizione preferita di tua moglie , quando scopiamo, è di traverso sul letto, con la testa che spenzola fuori: regolarmente , quando si mette così , mi prende in bocca un paio di dita e succhia come una matta: secondo me se la facciamo mettere così, data l'altezza del letto io riesco ad avvicinarmi e a metterle in bocca qualcosa di meglio di due dita!E' chiaro però che a questo punto scopriamo le carte!Se è la troia che io credo, si metterà a succhiare, poi quando il ragazzo che la scopa le sarà venuto nella figa e io in bocca, la facciamo girare , tu le fai il culo, così ti togli la curiosità, e all'altro glielo facciamo mettere in bocca:lei non si accorgerà subito che i cazzi che se la stanno facendo sono quattro, possiamo continuare a scambiarci i posti finchè non dirà basta: a quel punto tu , se vuoi, sparisci, noi ci presentiamo e vediamo che faccia fa!Guarda: l'hanno presa!" In effetti mi ero accorto anch'io che la lucetta di Franca , all'estremità del mio campo visivo, era stata raggiunta dalle luci rosse dei cacciatori: le due luci rimasero per qualche secondo ferme, poi quella rossa scomparve, evidentemente intascata, mentre quella bianca cominciò a venire vero casa: nel giro di un minuto Franca sarebbe stata nella casa : io e Vittorio ci rintanammo dietro ad un divano posto lateralmente al lettone, in totale silenzio: con un pò di trambusto la porta si aprì e la fioca luce della pila semiscarica creò un minimo di riverbero nella stanza: il cacciatore lasciò cadere sul letto mia moglie avvoltolata nella coperta,si sbottonò i pantaloni e tirò fuori l'uccello: anche nella quasi oscurità vedemo che era bianco: Sandro si era conquistato il diritto a dare inizio alla lunga notte di Franca: appena ebbe cominciato a pomparla mia moglie iniziò a incoraggiarlo: " E dai, mi hai fatto stare nuda al freddo per un casino di tempo, promettendomi un cazzo durissimo: forza allora, fammi sentire come ti è diventato, forza bello , pompami forte!"
Vittorio, al buio mi strinse un braccio, poi mi disse ,pianissimo in un oreccchio: "Allora, vado?"
Io mi limitai a dargli una spintarella sulla spalla: nel minimo chiarore della pila ormai morente vidi la sagoma di Vittorio avvicinarsi al letto, dalla parte da cui provenivano gli incoraggiamenti di Franca, ormai si trattava di versi inarticolati , che si interruppero per un istante nel preciso momento in cui il cazzo di Vittorio si fece strada tra le labbra di Franca: quello era il momento critico : se mia moglie si fosse ribellata ti saluto Vittorio: Franca si sarebbe alzata,probabilmente avrebbe accusato Vittorio di essere un bastardo, un porco e via dicendo: ma non accadde nulla del genere: Franca si dedicò con pari impegno a succhiare il cazzo che le era "comparso" in bocca, mentre Sandro continuava a pomparla con grande impegno: i tre continuarono per parecchi minuti, fino a chè Sandro non si fece sentire , mentre diceva "Ah, godi troia, che ti sborro la figa!"Pochi istanti dopo anche Vittorio si scaricò nella bocca di Franca e non volle essere da meno di Sandro, dicendole "Mi raccomando troia, inghiotti tutto, perchè stasera la tua cena sarà solo questa" Mia moglie si comportò da vera vacca navigatissima:con versi di vario genere fece capire che aveva ingoiato tutta la sborra di Vittorio , per poi , appena ripreso un pò di fiato, dirgli: "Sei un bastardo, mi hai fatto prendere una botta di freddo infernale, per potermi dare in pasto al tuo amico, ma ti perdono, perchè mi avete fatto godere come una troia!"Quello era il punto di non ritorno: sempre nel buio , io e Jean Louis, che nel frattempo era arrivato e si era nascosto vicino a me, ci alzammo ,e mentre Vittorio bisbigliava qualcosa a mia moglie , facendola mettere sul letto a pancia in giù, io mi posizionai ale sue spalle, mentre il negro si piazzava in ginocchio davanti a lei , che senza farsi pregare ,apriva la bocca per poi accoglervi la nerchia color cioccolato di Jean Louis: non appena Franca ebbe cominciato a dedicargli la sua attenzione io mi piazzai tra le sue chiappe , e dopo averle infilato due dita nella figa, iniziai a spalmarle sul buchetto il sugo che avevo trovato davanti:infilai prima un dito ,poi due e infine tre dita assieme: mentre Franca dimenava leggermente il culo, io le appoggiai il mio cazzo , che era ormai duro come mai l'avevo avuto:non avevo mai inculato mia moglie, anzi non avevo mai inculato nessuna donna, inoltre ero abituato alla figa di Franca, decismente larga, quindi penetrare nello stretto pertugio posteriore fu un'esperienza assolutamente nuova: si faceva fatica, nonostante la lubrificazione non mancasse, e mia moglie collaborava per quel che poteva, visto che a tratti doveva arretrare la testa perchè Jean Louis glielo stava spingendo troppo in profondità:confesso che non riuscii a trattenermi a lungo, dopo pochi minuti , mentre le afferravo le tettone per strizzargliele, venni , limitando ad un rantolo il segno del mio apprezzamento, poi , prima che anche JeanLouis le sborrasse in gola , scivolai su un fianco e raggiunsi la porta che Vittorio mi aveva aperto, per scomparire nel buio totale della stanza vicina.
"Allora , come è stato?" mi chiese subito: "Fantastico ,"risposi,"ma era così stretto che son venuto quasi subito!" "Non credo che sia perchè era stretto: una serata così è qualcosa che non ti può lasciare indifferente, quando si fanno i turni, e finalmente è il tuo momento, dai tre colpi e poi..... puff...almeno la prima volta: ovviamente quando sei al secondo passaggio duri molto di più, certo sono più fortunati quelli che il primo passaggio lo fanno in bocca, lì anche se vieni subito è tutto lavoro in meno per la vacca di turno, che poi si farà sfondare figa e culo alla grande!Guarda che dopo io voglio farmela in culo, ma mentre uno dei ragazzi la scopa nella figa: tu però faresti meglio ad andartene , se posso darti un consiglio, perchè potrebbe essere una cosa un pò fortina........sai, non è proprio un'abitueè.....non vorrei che facesse un pò di casino...anche perchè a quel punto dovrebbe sapere che è al centro delle attenzioni di TRE cazzi , e non di due......e volutamente il tuo non lo conto.........
Ero combattutissimo: in pieno raptus del marito guardone avrei voluto assistere a tutte le porconate che i tre uomini avrebbero realizzato con mia moglie,ma dovevo anche fidarmi del parere di Vittorio:rimasi un pò a pensarci su, ma alla fine decisi che sarei rimasto fuori dalla stanza iin cui si trovava Franca e avrei cercato di capire come si solgevano le cose:lo dissi a Vittorio che , poco convinto mi rispose ."Come vuoi" e se ne tornò di là,senza chiudere del tutto la porta: nel buio ormai totale, (la pila si era spenta)potevo sentire Vittorio che parlava , molto affettuosamente con Franca: "Allora, sei ancora arrabbiata?" "Sì," la sentii rispondere" per il freddo che mi hai fatto prendere: non c'era mica bisogno di farmi stare la fuori tutto quel tempo: e adesso il minimo che pui fare è di presentarmi al tuo amico!"
Non credo che Vittorio si aspettasse una reazione così "aggressiva", con Franca dimostrava di avere ancora la situazione sotto controllo! Io mi sarei aspettato tutta una serie di recriminazioni, della serie come ti sei permesso, io non sono un oggetto, tu hai fatto di me una cosa da adoperare,etc etc, invece niente di tutto ciò, il tono della voce di mia moglie era disteso, quello di una signora in un salotto, non quello di una che si era appena beccata quattro cazzi di fila in tutti gli orifizi!
"Va bene, se è tutto qui quello che vuoi, "sentii che diceva Vittorio", adesso ccendiamo le luci e vi presento! Vittorio sporse un braccio fuori dalla porta e schiacciò l'interrutore : la luce era quella di una lampadina da 60 w in una stanza piuttosto grande con mobili ed arredi scuri, quindi di sicuro Franca non rimase abbagliata, ma il silenzio che seguì fu pari a quello che ci sarebbe stato se si fosse acceso un faro da 1000 watt: il primo a parlare fu Vittorio: "Eccoti accontentata,ti presento Sandro e JeanLouis!"
Potei sentire le loro risposte: "Ciao Franca" "Ciao Franca, sei bellissima, .....con la luce!" Franca rimase zitta qualche secondo, poi disse: "Cazzo, questo non me l'apettavo: avevo cominciato a sospettare qualcosa quando hai messo in piedi quella manfrina in giardino, ma tre.....ma per chi mi avete presa?
"Per la nostra favolosa porcellina, cara mia" rispose Vittorio: "come hai potuto sperimentare non c'è nessun bisogno di litigare, tu riesci comodamente a fartene due alla volta,e non negare perchè abbiamo sentito tutti come godevi....con me da solo o con loro due....."
I due ragazzi dovevano essere in netta soggezione rispetto a Vittorio, perchè restavano in assoluto silenzio: fu Franca che li interpellò direttamente: "Mi avete fatto un bello scherzo, e non so nemmeno cosa ho fatto con voi due! Adesso venite qui tutti e due, vi spogliate per benino e vi fate guardare , visto che voi è da un bel pò che mi guardate!!

Become a member to create a blog