Comunicato sindacale  

fortune_six 48M
83 posts
8/29/2006 1:31 pm

Last Read:
8/29/2006 1:35 pm

Comunicato sindacale

Circola una voce. Pare che la malattia sia diventata oggetto di intimidazione. Si narra di operai costretti a difendersi dalla velata accusa di frodare l’azienda. Troppi giorni di assenza, ingiustificate interruzioni del turno lavorativo, presunte malattie edulcorate con la compiacente condotta del medico di base; gli appigli che permettono all’autorità di agitare il vessillo della pressione, chiamando in causa un supposto danno all’azienda, sono evidenti.

Se anche una minima parte delle succitate righe dovesse corrispondere a verità, sappiate: nessuno può arrogarsi la facoltà di dubitare della vostra parola usando armi quali il ricatto psicologico, l’accusa preventiva e qualsiasi altro mezzo immorale per dissuadervi dall’esercitare il diritto a salvaguardare la vostra persona.

L’azienda, nella tutela dei propri interessi, ha facoltà di indagare con i mezzi che la legge riconosce come non invasivi della dignità umana. Tra questi, non è contemplata l’intimidazione, tanto odiosa quanto più essa è dissimulata. Il mobbing è un esercizio di coercizione subdolo e ipocrita. Occorre quindi spezzare la catena dell’ingiustizia non a monte, dove l’autorità muove i fili, ma nel mezzo della catena, dove delatori compiacenti mettono in atto ordini moralmente discutibili.
La spia è il mestiere del vigliacco.


Become a member to create a blog