oggi mi va di scrivere  

rm_vaialmassimo 54M
11 posts
7/30/2006 2:22 pm

Last Read:
4/12/2007 2:41 pm

oggi mi va di scrivere


oggi mi sento di scrivere una delle mie esperienze che ho avuto tanto tanto tempo fa.
una delle mie prime esperienze è avvenuta in una piccola discoteca,andanno con i miei amici in una discoteca vicino a casa nostra, era una delle prime volte che ci avventuravamo in un posto simile. entrammo e ci mettemmo a ballare, dopo un po che ballavamo si avvicinarono due ragazze e si misero a ballare anche loro.
come solito del nostro gruppo ci mettemmo a scherzare con loro, stavano hai nostri scherzi, poi gli chiedemmo se ci sedevamo a parlare, acconsentirono. io mi misi a parlare con una di loro mentre i miei amici parlavano con l'altra ragazza, dopo un po che parlavamo mi chiese se potevamo spostarci in un posto più appartato. spostatici su un divanetto continuammo a parlare qualche minuto poi lei si fermò e mi baciò tutto in un colpo, io non avevo mai baciato nessuna rimasi sorpreso ma soprattutto mi piaciuto.
ci baciammo per un bel pezzo, io continuavo a toccarle i fianchi e la schiena non avevo il coraggio di toccarle altro, fu lei che prese l'iniziativa mi prese una mano e la posò su un seno, allora cominciai ad accarezzarlo a stare al suo gioco. cominciai ad accarezzare anche l'altro seno, aveva due seni favolosi non so che misura ma erano belli abbondanti e belli sodi. lei sicuramente eccitata prese di nuovo la situazione in mano e che situazione, la mia. toccava con la mano il mio sesso dentro i pantaloni andando su e giù con la mano continuando a strusciarmelo, era diventato duro come il marmo, sembrava che mi dovesse scoppiare. continuammo per un po quando dopo un po mi sentii battere sulla spalla, era un buttafuori che mi disse che cosa stavamo facendo, che non era sicuramente il luogo per fare certe cose. ci scusanno e ci alzammo, ma la cosa non finì lì. andammo verso i bagni, lei guardò nel bagno delle donne io guardai nel bagno degli uomini, il bagno degli uomini era libero ci infilammo dentro entrammo in una cabina e ricominciammo a baciarci e a toccarci. smaliziato le tirai fuori un seno dalla camicetta e cominciai a toccarglielo e a toccargli anche il capezzolo poi le slacciai meglio la camicetta per toccargli anche l'altro seno. lei più smaliziata di me mentre ci continuavamo a baciare mi abbasso lo zip dei calzoni e con una mossa lo tirò fiori compreso i testicoli, e con la sua mano continuava ad agitare il mio sesso. durò non so per quanto ma poi venni, ci baciammo ancora mentre le toccavo con una mano il suo seno nudo con l'altra il suo sesso da fuori delle mutandine finchè non raggiunse l'orgasmo.
ci ricomponemmo e raggiungemmo i nostri amici che ci chiesero dove eravamo finiti con una scusa ci giustificammo.
questa è stata la mia prima esperienza sessuale.
ciao

capitano19633 54M

7/31/2006 3:24 am

ciao vaialmassimo, da capitano, ti ringrazio del consiglio, e cercherò di seguirle,ti ringrazio anche per aver mandato un tuo pensiero auguroni anche a te da capitano


loveyoubaby76 40F
292 posts
8/1/2006 4:26 am

Minigonna iper inguinale di plastica verde con spacco, un perizoma granata di tipo americano, piu comodo, lo tolgo e lo rimetto contemplando curiosa. Voglio che leggano anche la marca. Giubbotto di plastica rosso porno, due strisce di colore, verde oliva e arancio sui capelli. Calze a strisce orizzontali rosa e azzurro fin sopra al ginocchio e un occhiolino modello manga giapponese disegnato sulla chiappa, i seni truccati con pennarelli ad acqua e un succhiotto legato al collo da lasciar penzolare sui seni, borsetta da sciampista. La festa. Entro, qualche sguardo, sorriso, bacio, mi muovo da improbabile sedicenne, apro il giubbotto. Non ti deve rimanere nulla da immaginare anche se la mia voce vergine prova a convincerti della mia purezza. Il mio stomaco incazzato per lo scarso lavoro delle ultime ore. Un succo di pera con gin. Musica tipo martello pneumatico in cui posso sobbalzare un po, esco, voglio un margarita. Un uomo si appoggia a me di lato, si scusa, parla sorridendo, rido con lui, non lo sto ascoltando, ha delle belle labbra. Potrei amarlo se solo mi spegnessi una sigaretta sul polso, un altro margarita. Torno a ballare. Giulia, mi raccatta su, anche lei parla e non capisco, le sorrido, hanno messo un film porno su un televisore con schermo grande. Una donna tra due uomini, sta benissimo Giulia con quello sfondo. La penso a succhiare e mi eccito. Mi alzo, qualche tartina alla quello che capita per asciugare il margarita e subito ancora ballare mentre nel film una ragazza si tocca, e’ bella, molto bella. Mi fermo, faccio un po come lei mentre la guardo, e’ solo un attimo, capezzoli duri. Di ceramica, scivola bene in gola. Nero umido a 42 pollici, tolgo il giubbotto, ancora un margarita. Un uomo mi viene incontro, parla, gli chiudo la bocca con un bacio, gusto di liquirizia, mi stringe. Mi chiede se scopo con lui e la sua donna tanto troia da farsi anche il dalmata di ceramica e il portatile. Lo tocco e poi scivolo via ridendo, e’ eccitato. Prendo da bere facendogli occhiolino con il sedere. Mi giro, il televisore. La proprietaria di due tette da playboy piange piu ubriaca di me; non si puo soffrire soli, l’ho letto da qualche parte, baci perugina o manga. Altri due si baciano li vicino, il mio lui che mi viene vicino, la sua mano sulla schiena, la mia sul suo petto, scivolo nuovamente via, gli occhi attaccati al sesso bagnato di quella tipa del film. Voglio fare come lei qui davanti al televisore guardandola. Porto il succhiotto alle labbra, ci gioco un po, carezza dal gluteo alla coscia, penso a tutti gli uomini della sala eccitati intorno a me. So che mi stai pensando, puoi chiudere gli occhi e vedere i miei vestiti che si strappano via da me ma attento, la mia debolezza mi permette di distruggerti con una risata. Ubriaca e eccitata, voglia di far pipi. Si, in bagno, faccio pipi e poi la doccia, la voglio da ustione. Acqua calda addosso, ancora la tipa in mente, mi accarezzo, qualcuno e’ entrato in bagno, continuo a toccarmi. Mi giro, un uomo mi guarda, ha due occhi neri magnifici. Con quegli occhi ti voglio direttamente in vena. Devo venire per rilassarmi, qualche attimo e saro piu tranquilla. Esco dalla doccia, un bacio sul suo petto, prendo l’accappatoio simulando un impossibile imbarazzo. Vado verso la stanza di Giulia, entro, lascio cadere l’accappatoio e mi infilo a letto. Uffa, mi manca il mio orsacchiotto da tenere abbracciato, speriamo che Giulia abbia delle aspirine domattina. Solita giornata in pilota automatico, emozioni da grandi magazzini per persone che si trascinano in pilota automatico. Non ho paura, sto solo tremando.

Questo e' solo uno dei miei post, irrimediabilmente cattolico.


rm_vaialmassimo 54M
6 posts
8/4/2006 12:37 pm

ciao a capitano e buon divertimento
ciao a loveyuobaby, vedi non ho mai messo in dubbio che tu sapessi scrivere questi testi.
ho solo voluto scherzare con capitano su come ho ricevuto un commento positivo e uno negativo su questo sito. mamma mia!!!!!!
dai non arrabbiarti, facciamo amicizia io sono qui per divertirmi penso come tutti.
se posso pemettermi un altro scherzo, dall'odio nasce l'amore
ciao e un grosso bacio max


Become a member to create a blog