amicizia come stile di vita  

rm_magiclele 37M
24 posts
6/23/2006 10:47 am
amicizia come stile di vita


Se devo scegliere scelgo l'amicizia, ovviamente con rapporti sessuali inclusi. Perche'? Perche' e' da quando sono nato che tutti mi dicono che un giorno avrò una mia famiglia, bene farò di tutto per non averla. Tutti mi dicevano che l'amore conta, bene l'amore per me e' una trappola. Se sei innamorato finisce per rompere le balle, perche' i sentimenti finirebbero per colmare la tua capacita' di ragione. Prima voglio il calcolo matematico, la precisione, la possibilita' di aver tutto sotto controllo, il resto non mi serve.
Ma siccome come dice giustamente la poesia di Neruda che ho pubblicato qui, poco tempo fa, ossia che pure bisogna aver un sogno, il mio sogno e' quello di avere un amica vera, giacche' cosi' possa aiutarla e avere aiuto se serve, giacche' anche questo e' un sentimento, e infine visto che ci sono ormoni da ambo le parti ogni tanto finire a letto e o diversi in ogni modo che si vuole sperimentare.
Non ho alternative, l'amore mi intrappolerebbe e finirei per reagire male, e gia' talvolta l'ho fatto, sicche' infatti ora tutti tendono a lasciarmi libero. La liberta' r' il mio stile assoluto, non ho fatto un contratot per avere una famiglia e nemmeno per sposarmi, non ho fatto nessun contratto quando sono nato, non ho chiesto io di nascere, quindi vivo come mi pare.
Giorgio Gaber cantava in una canzone che "bisogna rimanere nelle strade, per comprendere chi simo, nemmeno nelle case piu' spaziose c'e' spazio per verifiche e confronti, un uomo sposato marcisce, passa di moda sul posto, diventa vecchio molto presto...... or bene, forse in parte ho confuso le parole e le ho riportate male (le prime sono sicuramente giuste), ma il senso delle parole' e' esatto.
Dunque, le sottoscrivo in pieno.
E le seguo.
Annullata l'alternativa amore, mi rimane l'unica che ho detot, almeno che non ci sia la classica scopata da una sera, ma questa e' un'altra storia, e se non ho il consenso della donna non ci provo. In definitiva l'amicizia in tutto, anche sessuale, e' il rapporto che se ben riuscito da gioia e liberta' entrambi, e soddisfa tutto e quanto meno soddisfa il piu' possibile quello che si puo' prevedere in una relazione.
Saro' particolare, ma tutti dicono che la vita cosi' com'e' va cambiata. Bene, io esco dalla massa. Ho capito che quando parlo pubblicamente qualcuno mi guarda strano, e forse non commenta troppo bene, ma quelle poche persone (4-5) amiche vere sono rimaste amiche vere, e poi Kennedy diceva che il 20% delle persone non sara' comunque d'accordo con quello che fai.
Io sono piu' duro di lui, il 95% non sara' mai d'accordo.
Quindi bisogna fottersene, e quando si ha progetto farlo e mandare tutto a farsi fottere. Saltare dal dirupo a piedi pari.... buuummmm che botta..... ho rischiato..... vero.... ma tanto il paracadute non potevo averlo, non me l'hanno dato, e a rimanere sull'orlo del precipizio sarei morto come un muro e da muro.... rischio, ma se posso ci sono e resto vivo.....
Difficile? Si, pero' ci provo.
Quando sono a casa faccio come mi pare, e nel limite del possibile anche al lavoro. Qui pero' mi devo fermare perche' si sa ai professoroni mediconi dei miei coglioni delle universita' private (dove lavoro) la liberta' non piace..... bisogna andare in giacca e cravatta..... e no, io ci vado in jeans scarpe da tennis e maglietta, o camicia. E se ne ho voglia anche con barba e capelli lunghi. Poi stop, se no mi licenziano, e da mangiare ne ho bisogno pure io.
Solo ultimamente per scelta personale tengo barba e capelli corti.......
chiaro il concetto?

Become a member to create a blog