Ricordi...  

rm_erref_968 48M
0 posts
1/8/2006 11:29 pm

Last Read:
3/5/2006 9:27 pm

Ricordi...


Sono le 19,30, abbiamo appuntamento nel parcheggio davanti alla scuola, il solito posto.
Arrivo puntuale e ti aspetto, pochi minuti ed arrivi anche tu.
Parcheggi, di fianco a me, sali e partiamo, ho prenotato in quel ristorante a Pinerolo, ti piace tanto.
Da qualche settimana usciamo di nascosto, nessuno dei nostri colleghi sa niente, ma dobbiamo stare attenti ai sospetti di qualcuno di loro.
Sei stata la mia collega preferita da quando sono arrivato. La confidenza tra me e te, era aumentata di giorno in giorno, fino a quando, ho trovato il coraggio di invitarti ad incontrarci fuori dall’ufficio per una birra.
Da quel momento la mia vita è sicuramente cambiata.

Arriviamo puntuali dopo mezz’ ora di viaggio mano nella mano e discorsi delle nostre vite così diverse..
Mangiamo rapidamente, in settimana non c’è molto movimento ci servono rapidamente.
All ‘uscita sei molto euforica… mi salti addosso, ti porto per alcuni metri a cavalluccio sulla schiena, ti faccio scendere e iniziamo a baciarci… a baciarci… a baciarci…
Ci sono le telecamere del parcheggio meglio smettere e salire in machina, continuiamo in macchina. I baci che ci siamo dati mi hanno eccitato, sento che anche tu hai voglia di fare sesso.
Partiamo con la macchina e iniziamo a tornare verso il posto da dove eravamo partiti, ci siamo quasi, quando ti chiedo se conosci un posto dove possiamo stare tranquilli.
Svoltiamo in una via di Orbassano e parcheggiamo tra due auto, sotto un palazzo con le luci spente, e tardi, quasi mezzanotte, tutti dormono.
Inizio a baciare le tue morbide labbra, iniziamo ad attorcigliare le nostre lingue in una fantastica danza. Continuo a baciarti e scendo piano piano sul tuo collo, apro la tua camicetta ed assaporo i tuoi capezzoli.
Intanto infilo una mano nei tuoi pantaloni, che tu hai prontamente slacciato prima che si rompessero, arrivo alle tue parti intime, sposto il tuo perizoma e accarezzo il tuo pelo, sembra una piccola striscia di morbide piume.
Sei bagnata, entro nella parte superiore della tua vagina, inizi ad emettere dolci gemiti di piacere, inizio piano piano la danza delle mie dita, fino a freneticamente farti godere….
Intravedo il tuo viso durante il tuo piacere, gli occhi sono semichiusi in una smorfia languida.
Tolgo lentamente le mie dita da dentro il tuo corpo, le porto verso il tuo viso, le infili nella tua bocca e sorridi.
A questo punto il mio membro e durissimo, ti togli gli stivali inginocchi sul sedile del passeggero, le tue mani sono sulla mie cerniera, che non riesce più a trattenere il mio cazzo durissimo, la apri.
Ti inclini con la testa su di lui, e inizi a leccarlo, le mie mani si infilano tra le tue natiche, e sprofondo nuovamente le mie dite, dentro ti te, per darti piacere.
Inizi la tua perfetta danza e dopo pochi movimenti, inizio a riempire la bocca del mio liquido, ti giri verso di me con un sorriso indimenticabile, mentre stiamo godendo insieme…
Mi dici con un filo di voce: “ è bellissimo sentirti dentro di me”.

Questo e il ricordo che ho di te…Dany.

Become a member to create a blog