vacanza con sorpresa  

rm_amkair 39F
8 posts
4/1/2006 12:45 am
vacanza con sorpresa


Ne ho combinata un’altre delle mie... tanto per cambiare. Lunedì mattina passato in ufficio tra preventivi di vendita e archiviazioni varie. Nella pausa pranzo, appena il capo è uscito, telefono al mio uomo misterioso. Lui è di nuovo a Bologna. Così scopro che ci passa spesso per lavoro… ma ancora non mi dice che lavoro fa (pensavo il massaggiatore o roba simile, visto come usa le mani… ma cosa ci va a fare un massaggiatore a Bologna in continuazione? Mi ha detto di vivere vicino a casa mia…. Mi piacciono le persone che fanno un po’ le misteriose, anche se la mia solita amica dice che così è un po’ troppo. Probabilmente ha ragione, però mi intriga un casino. E poi mi sembra comunque un tipo affidabile. Martedì… io sparisco dall’ufficio. Non lo dite a nessuno ma… mi sono giocata la carta “mal di schiena”. Ne soffro da quando ho fatto un incidente in moto nel 2000 e il mio medico non fa storie quando mi torna. Di solito purtroppo è vero… ma in caso di emergenza… Con la scusa che ad aprile ci sono ponti eccetera il capo non ci vuole dare neanche un briciolo di ferie… e io ne avevo proprio bisogno. Insomma, con il mio mal di schiena posso stare a casa qualche giorno. Ma non sto a casa. Da noi i controlli non vengono mai… almeno nessuno li ha mai visti. Ci troviamo in un paesino in piazza e partiamo con la sua macchina in direzione sconosciuta, almeno a me. Ci facciamo qualche ora di viaggio e… Salisburgo signori!! Che bella atmosfera. Alla sera ci vediamo un bel concerto di musica classica, poi a letto. E qui una sorpresa. Lui prende un pacchetto di fisherman’s friend… sapete quelle caramelle alla menta potentissima? Se ne mangia una e poi si dedica a succhiare la mia patatina. Non avete idea di cosa sia!! Una sensazione fortissima, intensa… ve lo consiglio. La mattina dopo siamo stati un po’ in giro per la città, poi alla sera ci siamo spostati a Bad Gastein, che è un paese sulle montagne sotto Salisburgo, a circa un paio d’ore di auto. Qui ci sono delle terme molto carine: sauna, sauna aromatica, bagno turco, vasche d’acqua calda e idromassaggi… che forza! Abbiamo passato tutto il giorno nudi (eh, si! Perché c’e’ tutta una zona enorme per nudisti e noi siamo stati proprio lì) a chiacchierare e a rilassarci. Troppo bello essere nelle vasche all’aperto, nell’acqua calda con la neve tutto intorno, quasi a portata di mano. Anzi, quando esci dall’acqua… brrrrrrr!!! C’era abbastanza gente, anche se la maggior parte aveva qualche anno più di noi… e lui seduto su questo gradino interno alla piscina mi prendeva in braccio e… da nudi… mi sentivo un po’ osservata. Poi lui mi ha detto cosa mi avrebbe fatto quella sera e… mi ha fatto venire i brividi. Prima di rientrare negli spogliatoi mi ha dato una scatoletta con un affare all’interno. Questo cosino si mette nella patatina e vibra, ma solo quando lui schiaccia un pulsante su di un telecomando. Mi è sembrata una cazzata fenomenale, ma… già che c’ero…
E lui è stato un po’ biricchino. Faceva partire quel coso quando ordinavo la cena o quando eravamo in mezzo alla gene, mentre chiedevo le chiavi della camera e mentre (lo ha fatto apposta!!) siamo rimasti con la signora dell’albergo che ci suggeriva cosa vedere il giorno dopo. Mmmmm.Mi sono sentita così… strana. In fondo è stato divertente. Venerdì è arrivato molto in fretta e ce ne siamo tornati a casa, ma facendo una strada un po’ diversa. Abbiamo anche caricato la macchina sul treno e siamo sbucati dalle parti di Cortina. Adesso la schiena un po’ mi fa male davvero… E… ho un telefono!!! Lui mi ha chiesto il numero e ci è rimasto un po’ male secondo me quando gli ho detto che non avevo fisso e nemmeno cellulare. Si è fermato in un negozio e me ne ha “prestato” uno ma prima mi ha fatto giurare che lo userò solo con lui… ma io ho già dato il numero a Simo. Però non lo userò molto: ho sempre odiato questi affari che ti fanno essere sempre disponibile per tutti e ovunque. Lo tengo spento ma… ogni tanto lo accendo per vedere se mi ha mandato un messaggino. Cosa dire d’altro… mi sembra un po’ la storia di 9 settimane e mezzo. Eccitante, coinvolgente… ma mi sta facendo un po’ pensare. Ora lui è a casa, o chissà dove. E chissà con chi. Io sono in ufficio perché dovrei sistemare un po’ di cose lasciate indietro… ma penso a lui e come potete immaginare, visto che scrivo tutta sta roba, non sto certo lavorando. Insomma… so che è un errore, che non erano queste le premesse del gioco… ma inizio a chiedermi come tutto questo andrà avanti. L’ennesimo casino della mia vita?

Become a member to create a blog