Delirica...  

ndr57 59M
17 posts
4/5/2006 8:54 am
Delirica...


Sono le cinque e mezza. La giornata sta per finire. Ho risposto a un pò di persone oggi e adesso ho voglia di mandare in vacanza la testa. Ora, adesso mi piacerebbe che una ragazza colta da insana passione mi possedesse. Si immagino la scena, si avvicina e... che cazzo di idee che mi vengono in testa. Dovrei far parte delle persone posate, senza grilli, che pensano al futuro. Provo un senso di ribellione...
Adesso forse c'è una donna che mi legge, bene, sappi che sono qui che aspetto. Ho bisogno di sentire il tuo corpo, il calore, il sapore. Voglio che tu mi prenda e che mi usi. Vuoi godere? Bene sono a tua disposizione. Non mi interessa venire, voglio solo essere il tramite del tuo piacere, Il tuo giocattolo. Mamma la zucca corre più in fretta delle mie mani sulla tastiera... Non riesco a stragli.. sono dietro di te, le mie mani stringono le tue tette. Sono una presenza inquietante, stai leggendo? Allora stai sentendo il peso del mio petto sulla tua schiena, le braccia che ti stringono il petto e ... tra un pò andrò a casa a cazzeggiare non vedrò oggi la... ti sfilo le mutande allargo le tue natiche e con la lingua comincio a sentire che sapore hai. Continui a leggere? Si? hai le grandi labbra bagnate, il mio dito ti ha conquistata, sei calda! La lingua indugia sulla tua pancia e... ma che cazzo vengono a quest'ora a rompere le balle con delle domande di lavoro. Non mi interessa adesso se la base dati è ... inizio a correre verso i tuoi capezzoli, sono duri! Vuoi continuare a leggere? Si? Sono ormai di fronte a te, ti impedisco la visuale, ti sto guardando negli occhi "sono molto belli". Ma tu vuoi leggere, ti alzi in piedi le mani sulle mie spalle e mi spingi verso il basso ... squilla il telefono, altra rottura di balle, pensavo fosse finita oggi... verso la tua vagina bagnata. Sono in ginocchio, sei seduta sulla poltrona gambe aperte e stai finendo di leggere, la mia testa affondata tra le tue cosce che la stringono e la mia lingua dentro di te come una sicura. Sei buona, dolce. Il ritmo della tua pancia aumenta così come il respiro. Ti sento venire, mi hai innondato la bocca. Che nettare...
Vado a casa, finito per oggi

Become a member to create a blog