seduzione  

malamela75 41M
13 posts
6/1/2006 2:10 am

Last Read:
6/20/2006 3:34 am

seduzione


mattinata pigra. il tempo aiuta. ed ecco di nuovo qui il vostro affezionatissimo...in balia di se stesso...dopo l'accorato piagnisteo sulla vita matrimoniale, devo comunque notare che dei lati positivi esistono. moglie. donna in carriera. dunque fino a tardi in ufficio. viaggi improvvisi. meritata tranquillità...come capita spesso perciò ancora una serata da solo. finisco non troppo tardi di lavorare. a casa mi aspetta la fiera del riscaldato. troppo impegno per un uomo nelle mie condizioni. la compagnia del televisore non è adatta. poco loquace. quindi sono libero per il mio gioco preferito. sono un turista per caso. esco. passeggio. guardo cose e persone (è più o meno lo stesso) con il medesimo interesse che avrei se vagassi senza meta in un museo... finché qualcosa... non mispinge ad entrare in un locale. ristorantino. non perchè bello ma perchè piccolo. mi accomodo. al cameriere rispondo a gesti. mentre sparecchia il posto vuoto faccio lasciare come al solito un bicchiere per il vino in più. dovrà farmi compagnia per il primo brindisi. non amo bere da solo. o almeno all'inizio. spulcio il menù. non sono di buon appettito. e dopo lunga riflessione mi affido al caso. porzioni piccole. mi sfilo la cravatta ed è come levarsi il cilicio. tiro fuori dalla tasca il libro che in queste occasioni porto con me. non perchè sia un intellettuale. so benissimo che leggere a tavola è maleducazione. ma così posso ascoltare i discorsi che mi circondano senza dover apparire invadente. apro al centro e leggo una frase. sorrido. gli aruspici dicono che sarà divertente. davanti a me. alla mia destra un pò defilata, una giovane coppia. lei sui 25/26 anni, lui forse poco più grande. leggo e le mie orecchie possono concentrarsi..."il nostro rapporto deve cambiare..." qualche frammento mi raggiunge. la cosa si fa intrigante. lui..."scusa...come, stiamo insieme da tanto..." aiaiai!...lei smorfia di disapprovazione. aggrotta le sopracciglia. risposta sbagliata.lui non si è accorto di qualcosa! i capelli sono troppo vaporosi per essersi pettinata da sola. strizzata in una camicia bianca. ampie maniche, ampia scollatura. trucco forse eccessivo. ma la giovane età ed i lineamenti marcati tutto sommato colmano la lacuna. mangia frutti di mare con le mani. lui. pantaloni scarpe da ginnastica. felpa rossa con cappuccio. capelli corti ed un filo di barba. mi è di spalle. curvo sul piatto mangia pasta. non vedo bene ed insistere non và. non sembrano in sintonia. o almeno mi convinco così. bene. sta sera sono l'elemento di disturbo. la scheggia impazzita in una cena a cui non sono stato invitato. l'ho detto. odio mangiare da solo... lui ..." forse non hai capito..." brutta caduta non doveva. lei muove la testa. dio! diplomazia con le donne...in campo aperto è sconfitta sicura. i loro corpi comunicano distanza. di solito l'affiatamento si lega ad una corriposndenza di amorosi gesti. anche se inconsci. perciò, mi sfilo gli occhiali. riposo un pò gli occhi dalla lettura e la guardo. seguo la traiettoria dello sguardo con la testa. dal collo alle labbra. dagli zigomi agli occhi. ci incrociamo. accenno un sorriso. poi torno alla lettura. sfoglio le pagine come se accarezzassi la mano della mia commensale. i loro discorsi continuano. "Ho bisogno...." "...ma perché..." "...ti ricordi...quando mi hai detto..." "...sì...però tu..."...santo cielo. chiuso ad un angolo sono quasi tentato di fare il tifo per lui. ma oggi sono cattivo. ho bisogno di emozioni. la riguardo. distrattamente. pensieroso. lei lo sa. abbassa il mento. con la mano si sistema i capelli. si inclina di lato regalandomi un bellissimo scorcio del suo corpo. lei..."...si vabbè ...e con questo...". o mamma. lui trasale. non capisce la risposta ed incalza. lei non ascolta. è lì per i miei occhi. non che io sia un divo. ma essere oggetto di desiderio ritengo sia come una droga...ed io la desidero. sboncocello e la guardo. anche se solo di sfuggita. sorseggio il vino e la guardo. adesso ogni volta che alzo lo sguardo la incontro. distratta. veloce. ma è lì. mi convinco che sia lì per me. ed è lì per me. il tempo passa e le nostre fughe si fanno frequenti. peccato mastichi a bocca aperta...poi una risata fragorosa. e "...scusami devo andare in bagno...". si alza evitandomi. si sistema la gonna. posa il tovaiolo sempre evitandomi. cerca nella borsetta. consulta il cellulare...quando infine sta per voltarsi ed andare, eccoli i suoi occhi scuri. si soffermano. mi centrano. indugiano. poi colpo secco di spalle e vià. non mi alzo. rimango al tavolo. lui è lì inebetito dal telefono. sms. squillo. o viceversa...cosa apetta a seguirla? cosa aspetto io ad lazarmi e seguirla? ...oggi sono solo elemento di disturbo e non voglio essere disturbato... passano abbondantemente dieci minuti e torna. i suoi sguardi sono una raffica tagliente. io leggo. ma li sento. caffè e grappa e posso andare. ma aspetto. anche loro sono al conto. i suoi movimenti sono concitati. guarda me, guarda lui. guarda l'ora. "...scusa devo andare di nuovo al bagno....ho bevuto troppo sta sera...". risatina insulsa. si rivolge verso di me in maniera ostinata. accetto il suo sguardo. e và. resto seduto. sono pigro. mi diverto ma questo è quanto. il tempo passa più veloce. torna. io non esisto più. è tardi. è rapida e decisa. si rassetta. mi fulmina incenerendo ogni altra cosa intorno. passa. mi sfiora con il braccio. "...mi scusi..." - "..niente, si figuri...buona sera..." .
...non sempre possiamo avere ciò che ci viene promesso...il gusto della grappa mi rinfranca. chiudo il libro. un'altra giornata è finita.

Priapeo 46M

6/15/2006 6:06 am

No scusa, ma tu dovevi fare le cose seriamente: ordinare un pollo intero, crudo, sbudellarlo, eviscerarlo sul piatto e li' leggere gli auspici, nella massa sanguinolenta della vita come facevano gli antichi, non nella sua rarefatta condensazione (si', lo so, e' un ossimoro) letteraria.

Cosi' per curiosita', com'era la frase?

Never argue with an idiot. He brings you down to his level then beats you with experience


Become a member to create a blog