L'ho scritto ma mi sono pentita  

loveyoubaby76 40F
983 posts
12/28/2005 7:27 am

Last Read:
3/5/2006 9:27 pm

L'ho scritto ma mi sono pentita


L’universo e’ la misura di grandezza della nostra incontrovertibile impossibilita di capire. Bisogna tener presente tanto vivendo, come parlando e scrivendo, che esiste una regola generale dell’individuo da applicare in tutte le occasioni. Esiste un solo modo per esprimere se stessi, e sia che lo si faccia con teatralità, vergando righe o discutendo molto, non fa differenza se poco, sia che lo si faccia con timide e discrete parole, e’ necessario non aver nulla da dire.
Pensate che sia semplice? La mente deve essere assolutamente sgombra da vacui pensieri logico razionali e una preventiva spolverata dei piu reconditi angoli del cervello serve per ovviare agli inconvenienti che si generano da residue sedimentazioni ideologiche. E’ opportuno inoltre non manifestare propensione verso qualsiasi sorta di speculazione filosofica.
Il “dubbio” ci coglierebbe all’improvviso, magari nel sonno, costringendoci a levatacce improbe che riescono solo ad interrompere le seduzioni di un’arte tra le piu difficili: saper godere del riposo.

prima_o_poi 58M
91 posts
12/28/2005 5:03 pm

Per sgombrare la mente, e' lecito farsi aiutare? Chesso', whisky, droga, gnocca e rock, giusto per rimanere nel classico.


ranierivigesimo 48M
2 posts
12/29/2005 12:07 am

.....


Ockam70 46M
2 posts
12/31/2005 9:29 am

Splendidi concetti "zen", aperti e fluidi, costretti dentro un linguaggio per ossimori, troppo stretto e deduttivo per poterli accogliere. Peccato. Forse in musica veniva meglio.


Ockam70 46M
2 posts
12/31/2005 9:30 am

Eppoi...chi mai ha visto gli "angoli del cervello"?


loveyoubaby76 40F
292 posts
1/9/2006 5:58 am

Bohr e Heisemberg sono i padri della fisica moderna. Bohr e' diventato famoso grazie al primo modello dell'atomo, Heisemberg gettando le basi della meccanica quantistica, necessaria ancora oggi in tutti gli studi di fisica teorica.
Quando Bohr per i suoi meriti scientifici fu fatto baronetto scelse come stemma il simbolo dello ying yang. Sosteneva, e Heisemberg con lui, che senza il periodo passato in un monastero zen non sarebbe mai riuscito a comprendere la complessita dell'atomo. Monod, premio nobel per la biologia, in "il caso e la necessita" mette in luce come l'approccio usato dai fisici sia oggi fondamentale per i biologi.
La strada imboccata dai matematici nel 1850, come necessaria per i problemi che stavano trattando, ha avuto un suo punto di passaggio fondamentale con Godel, che ha dimostrato, ripeto, dimostrato con rigorosi passaggi matematici, che un qualsiasi sistema formale non puo essere contemporaneamente completo e coerente, volgarizzando, un sistema formale ha sempre delle contraddizioni, cioe' esistono preposizioni che sono contemporaneamente vere e false.
Poesia, musica, scienza, linguistica non sono assolutamente distanti, anzi. In alcuni casi, come Bach in musica, Escher in pittura, Godel in matematica tendono ad essere la stessa cosa.
Il prodotto della ricerca non sara mai "la verita", una Verita con la V grande, ma semplicemente un mattone da aggiungere alla costruzione, sia che questa costruzione sia la scienza, sia che questa costruzione sia piu personale. Che la ricerca sia poi condotta tramite lo zen, la fisica, il linguaggio, il whisky o il rock poco importa: lo scopo non e' trovare la verita ma cercare, cosi come lo scopo di un viaggio non e' il posto dove si arriva ma e' viaggiare.


sexylakeforyou 55M

1/9/2006 1:14 pm

Cercherò di godere questa sera per giungere in un sol momento all'estasi ed al suo contrario per il "modo incui".
E se in fondo quel che conta è "fare"...

beh avro vissuto anche stasera.


Become a member to create a blog