RomaSantiagoPuntaArenas  

fortune_six 46M
83 posts
7/12/2006 6:20 am

Last Read:
7/12/2006 6:35 am

RomaSantiagoPuntaArenas

Spirito.
Mi rapisce uno sguardo al giorno. Bastano due occhi e poca magia.
Ma l'amore, quello, è un movimento assai più complicato. Fatto di sensi e altro. Dove i sensi hanno il ruolo di esca e l'altro tutto il resto, amo e filo e canna e mani e corpo e cuore e cervello. Dove l'altro è quasi tutto. Ecco, io sono fermo a uno sguardo. E m'immagino tutto il resto, forse perchè confondo l'esca col pescatore e forse perchè è molto più difficile capire il pescatore. Eppure il movimento non vuole defezioni. Si insinua talvolta nel corpo, più spesso illude l'io di essere artefice di un moto proprio, alla fine l'importante è la vibrazione che esso produce. La più affine delle voci che modulano il movimento è il pizzicare d'arpa. Note lunghe che sbrecciano il tempo e lo spazio, che sembrano perdersi e invece no, paiono correre in lontananza, quasi fossero immortali. Perchè laddove la finitudine del mondo consuma l'effetto della compressione aerea, lì, la mente o il cuore o l'anima o l'io, Dio, la perpetua. Ecco, l'amore è una semiretta sulla parola. L’amore con la "a" minuscola, il più importante, il più intimo, umano e debole, di sicuro il più comprensibile all'uomo. L'Altro appartiene agli ideali, che l'etimo confina a immagini senza vista ai margini della vita.

Corpo.
Baci e carezze non mi completano. Continuo a percepire il vuoto. Il piacere si ferma all'epidermide, non penetra. Nemmeno i corpi si fondono. Si accostano, premono gli uni contro gli altri, ma non si fondono. Ne vedo i confini. Anche a occhi chiusi. Mi dicono di non pensare, di lasciarmi andare, dove? mi esortano all’ arrendevolezza, che il corpo vuole la sua parte. Il sesso è una necessità, affermano. Mi dispiace, qualcosa fugge. E ritorna sempre al mattino, quando la lotta notturna si placa e nel campo i feriti vengono curati, i morti sepolti e i vivi confortati. Qualcosa fugge dal corpo e ritorna al corpo. Non per vigliaccheria, no. Solo manca il Fine. E lo strumento lasciato sul campo si inventa per un attimo d'essere mare e non fiume. ma i limiti sono evidenti.

Domani


Become a member to create a blog