si inzia  

couriosityexy 47M/42F
15 posts
9/16/2005 8:37 am

Last Read:
4/4/2006 10:20 am

si inzia


Prime lettere su carta inesistente, primi pensieri in un mondo che ci guarda, se non male, almeno in modo strano, scuotendo la testa.
Siamo artefici di un nuovo modo di essere o semplici viziosi insoddisfatti dei modelli archetipali, non più adatti alle nostre nuove esperienze di vita?
Voler provare nuove emozioni, non sentirsi gelosi per le attenzioni di altri è veramente così male? Banale ma vero: sostenere che il male è magari la fame, le malattie, la guerra. La morale non si è adattata sempre nel tempo?
I romani e greci classici non avevano una filosofia di vita molto più simile a quella che sperimentiamo qui?

Non avremmo mai cominciato questo blog senza l'ispirazione di elsa44 che cogliamo l'occasione per ringraziare.
Gelosia? si ne proviamo, soprattutto lui, parte minore di questa coppia virtuale, personaggio trascurato dato che, da sempre, il maschio ha l'obbligo di ergersi a cacciatore. Il suo esibizionismo ne è quindi sminuito, sono poche le risposte, le gratificazioni che riceve. Normale che si instauri un meccanismo di gelosia.
Non che per lei vada meglio: le attenzioni non sono adeguate, a volte rozze, a volte minime e a volte solo per infilarlo da qualche parte, non bastanti a solleticare la complessa mente sfaccettata di una donna. Lo saprete tutti ma non ci stancheremo mai di ripeterlo: il principale organo sessuale è il cervello.

rm_swinkysexy 48M/38F
2 posts
9/17/2005 5:51 am

ciao Amici
bello il vs blog ...potreste chiamarlo..sull’ essere, sulla morale e sugli istinti.. c'è parecchia carne al fuoco.. spero che molti possano partecipare alla cottura..
mi fa piacere leggervi , non solo perché ritengo che gli interrogativi che vi siete posti, confermino ciò che dichiarate e cioè che il ns principale organo è la ns mente, ma soprattutto perché questi, portano alla luce un sentimento che accomuna tutte le coppie che qui dentro fanno uso di quest’ organo: l'insicurezza del nostro divenire come individui e soprattutto come coppia, d'innanzi alle esperienze che questo mondo propone.
Rispetto alle regole della morale, nella vita dei nostri genitori e dei nostri avi, a prima vista, questo nostro desiderio di trasgressione e libertinaggio può sembrare un aberrante, malata oscenità, figlia di un tempo degenerato e immorale, tuttavia, se penso a quali e quante violenze era lecito avvenissero all’ interno delle mura domestiche , non sono affatto convinto che lo sia.
Sissignore non lo è.
Quanti tra di loro cornificavano le mogli con la bella e sempre valida scusa che il maschio è cacciatore?
Quante mogli frustrate da una vita da serve, segretamente desideravano (ed a volte avevano), un rapporto con un uomo solo per provare la sensazione di sentirsi nuovamente donna, femmina e non solo cuoca, stiratrice e madre?
Penso che il minimo comune denominatore di queste circostanze, dominata dall' aberrante condizione sociale della donna, fosse il fatto che la morale impediva categoricamente una qualsiasi forma di dialogo, su tutto quello che ricadeva sotto la sfera del sesso..
È’ vero, noi siamo certamente figli del nostro tempo e le nostre fantasie sessuali ne sono un chiaro segno, tuttavia ritengo che essere arrivati a parlarne all’ interno della coppia , l’averle portate alla luce, dimostri una notevole maturazione della nostra coscienza , in quanto, così facendo, anche se appariamo immorali, rigettiamo l’immoralità del tradimento, che presto o tardi, sarebbe toccata a tutti non potendo condividere con il proprio partner la propria vera intimità..
Ma cosa accade dopo che si sono realizzate con il proprio partner le proprie fantasie? Cosa accade agli gli istinti naturali, come il senso di possesso e la propria insicurezza , parenti stretti della gelosia ? cosa accade all’ amore?
ne parleremo..
ciao
swinky


elsa44 57M/55F

9/20/2005 12:31 am

Buon viaggio ragazzi in questo universo di parole... troppo buoni nel ringraziarmi, non penso di aver meriti particolari... ci sono molte cose scritte molto meglio delle mie qui.. e non solo qui.
E se il cervello è l'organo principale per il sesso il cuore è quello per lo scrivere... a me piace scrivere con il cuore.. diversamente preferisco lasciare la penna riposta nel suo bell'astuccio sulla scrivania...


rm_bocciolo2 46M
3 posts
1/22/2006 2:11 am

devo dare atto alle tue parole e sai parlare.


rm_BackStrollOn 63M
193 posts
5/21/2006 4:33 pm

Coordinare un cervello solo non è facile,coordinarne due è più difficile,coordinarne 3-4-n,è ancora più difficile;per fare un'orgia che non sia insipida,dove invece di avere di più ci si perde nel tutto ci vuole un bell'affiatamento,e non nasce dalla spudoratezza,nasce proprio dal saper rispettare tutti gli altri in tale situazione.Ma attenione il cervello illude anche,crea ciò che manca.Una situazione reale si costruisce con pazienza, e anche tanta fantasia;però l'immaginazione va sempre più in là,se non è supportata dallo sviluppo di capacità pratiche nell'interagire cogli altri è meglio che resti immaginazione,non fa male a nessuno, e invece fa sempre bene contro lo stress e le contrarietà reali.


Become a member to create a blog