LUI  

couriosityexy 47M/42F
15 posts
9/26/2005 9:34 am

Last Read:
4/4/2006 11:59 am

LUI

Ciao a tutti sono il Lui di Noi.
Intrigato come tutti i meschini maschi della razza umana dal possedere più di una donna ma fedele alla mia compagna. Follia? Schizofrenia dovuta alla vita moderna? Dicotomia sessuale? Non lo so, ma ritengo che la via da noi intrapresa possa essere una soluzione valida anzi migliore di altre.
Sicuramente preferibile al tradimento vero e proprio, molto più gretto e meschino nonché pericoloso. Inoltre, il traditore classico spesso, per non dire sempre, non riceve di buon grado un paio di corna monumentali come invece per equità dovrebbe indossare.
Meglio muoversi in sintonia, difficile poi farlo veramente come ha già commentato giustamente swinkysexy, ma ci siamo e vogliamo farlo.
Per tutti, maschi e femmine, la gratificazione viene dai complimenti e dalle attenzioni e la coppia tende a sminuire questo aspetto; le attenzioni di una persona esterna, se ritenuta senziente, hanno un valore molto più alto di quelle del coniuge. Un complimento fatto da una ragazza al bar (raro) o una sua risata ci farà un effetto ben diverso da quello ricevuto dal nostro partner.
Dobbiamo anche dire che la competizione all'interno della coppia cala inevitabilmente una volta acquisite solide basi: ci si lascia andare.
Se apriamo le porte al nuovo invece saremo più motivati nel tenerci in allerta per motivi istintivi e basilari e saremo più pronti per affascinare le altre persone come in un corteggiamento perpetuo dove il fulcro del nostro essere è la nostra partner.
Razionalizzazioni di comodo per giustificarci forse... forse no...


Priapeo 46M

9/28/2005 6:05 am

Macché schizofrenia! Mi meraviglierei se qualcuno mi giurasse sinceramente, e io fossi in grado di dire che è la verità, di non avere mai avuto fantasie sessuali o sogni "eversivi" rispetto al binomio coppia. Invidio le coppie che riescono ad avere un dialogo tale da affrontare questo argomento seriamente. Si dice che è una materia delicata che rischia di mandare gambe all'aria una relazione consolidata. Non ci credo neanche un po'. Innanzitutto, se una persona viene stuzzicata da queste fantasie e tiene tutto per sé è più pericoloso... la cosa richia di ingigantirsi e 1) se tradisce sono cazzi (scusate la sottile finezza), 2) se non tradisce può sviluppare un malessere ed un risentimento che certo non fa bene. Poi le crisi perché non dovrebbero esserci? Forse che noi individualmente non andiamo incontro a dei momenti cruciali di ridefinizione, di tanto in tanto? Vi faccio i miei migliori auguri: non c'è nulla di più eccitante che condividere ogni cosa in coppia.

Never argue with an idiot. He brings you down to his level then beats you with experience


Ghibli622 54M

9/28/2005 10:11 am

Sperimentare, provare, capire e saper scegliere..queste secondo me potrebbero essere le regole basilari di una coppia cosiddetta aperta ! Qualsiasi epserienza, fantasia o desdierio divengano imprescindibili, irrinunciabili, finiscono col mianre il rapporto, secondo me. Personalmente ho vissuto l'esperienza di un rapporto "trasgressivo". Ora da alcuni anni vivo l'espeirenza di essere un single aperto alle nuove situazioni..Non rimpiango nulla, anzi ! Ma non accetterei mai di dividere o ripetere esperienze che possano dare "assuefazione"..ossia che possano divenire indispensabili al funzionamento della vita sessuale e dell'armonia della coppia..se aspettiamo i compliemtni da un estraneo e scopriamo che valgono più di quelli del nostro partner.mmmh credo che sarebbe il caso di rifletterci


rm_BackStrollOn 63M
193 posts
5/21/2006 4:11 pm

Vita moderna?Ma queste cose ci sono sempre state,si trovano anche nella bibbia e nel corano.L'unica novità è il farlo con civiltà,se uno ci riesce e quando ci riesce.L'unica novità e internet o le riviste "specializzate",ma basta darsi un'occhiata intorno anche qui per capire che non basta e siamo ancora lontani da una situazione di libertà sessuale vera,nonostante il crescente consumismo faccia credere che sia acquisita.Ma dopo un rapporto insoddisfacente o per troppo pochi rapporti a chi rivolgersi al sindacato?alle associazioni dei consumatori.Diritto di recesso entro 15 gg.Soddisfatti o rimborsati.Chi non sa risolvere deve prendersela solo con se stesso,punto e basta.Ma c'è chi col tempo impara e chi non imparerà mai,perché non sa trattare i propri bisogni emotivi.Certamente la società non educa a questo.


Become a member to create a blog