Parola d'ordine: TRASGRESSIONE!  

Donna_Italiana 42F
257 posts
7/20/2006 10:00 am

Last Read:
6/2/2008 4:06 pm

Parola d'ordine: TRASGRESSIONE!

Levato il significato da dizionario che chiunque può leggere e capire, sarei curiosa di sapere cosa è per tutti coloro che nel proprio profilo o nei messaggi lasciati scrivono che amano trasgredire (generalmente aggiungono anche "con cervello" ).
La clandestinità?
Le pratiche sadomaso?
Rapporti extraconiugali?
Il famoso "sesso tantrico"??
Rapporti omosessuali??
Cosa?????????

Gradite erudizioni sul tema



rm_magiclele 37M
58 posts
7/25/2006 11:56 am

trasgerssione significa per me una situazione un po' particolare, ossia cambiare ogni giorno possibilmente, o comunque sia il piu' possibile tutto quello che capita, evitare di ripetere le stesse attivita' ogni giorno, essere sempre pronto a cambiare, a modificare, a spiazzare.
Per me una settimana dove 3 giorni sono simili e' gia' pesante, e poco piacevole.
Quindi grande variazione, grande ansia e attesa perche' la trasgressione ti porta a provare queste sensazioni, salvo che poi quando hai ottenuto il desiderio tuto passa in pochissimo tempo.
La trasgressione e' ingenere evadere da cio' che ti ti sei prefissato o da cio' che la societa' ha imposto, anche nel 2006 tutti trasgrediscono tutto, quindi non so esattamente che si possa fare.
Se si pensa a rapporti extraconiugali forse sono in maggioranza rispetto a quelli all'interno della coppia, per esempio.


rm__mens_ 42F
9 posts
7/25/2006 5:39 pm

Mia cara Donna....credo ci siano tante trasgressioni quante sono le forme di normalità... e questo vale anche per la stessa persona, non si resta mai gli stessi immobili e con gli stessi gusti.
Anche le mie trasgressioni sono variate nel tempo. Dal semplice "fare sesso senza coinvolgere il sentimento" a cose un po' più complesse come rapporti multipli&co.... Adesso mi pare quasi trasgressivo essere con un uomo da un bel po di tempo quando come in pasticceria potrei sceglierne una mezza dozzina a sera.
Cmq quagliando: trasgressione al momento direi che è fare....ma sì, quel che non faccio usualmente. Quindi, andando selvaggiamente nel regno dell'immaginario, decisamente rapporti multipli. Poi, di che tipo, è tutto da vedere..


malamela75 41M
61 posts
7/26/2006 11:19 am

trasgressione: risicoprire la normalità di sentrsi unico agli occhi di chi, incontrata per caso, forse non mi rivedrà mai più ... il resto è il buio della ragione a favore della necessità dei sensi.


rm_1vero 49M

7/26/2006 2:57 pm

Ciao,
innanzitutto complimenti per le scelte "trasgressive" di Benni e Marcorè, e per aver sollevato il problema.
Io penso che la trasgressione possa essere interpretata su due piani:
- un piano oggettivo che consiste "banalmente" nell'andare controcorrente, discostandosi nettamente dalle scelte comuni altrui, come per esempio individuare 2 sex symbol in Benni e Marcorè, piuttosto che in Pitt e Bettarini...(riferisco il comune sentito dire);
- un piano soggettivo dove la trasgressione non è altro che lo spostamento in avanti dei propri "limiti mentali", ovvero fare qualcosa che non si pensava di poter essere in grado di fare, per esempio registrarsi su questo sito... e scoprire che è divertente.
Su questo punto occorre, credo sottolineare che è diversa la realizzazione di un desiderio con la realizzazione di qualcosa di cui ci ritenevamo incapaci in partenza.
Sono sostanzialmente d'accordo con Te, quando evidenzi la contraddizione della trasgessione con il cervello, ricorda "l'adelante con juicio" di manzoniana memoria.
Baci.


0freemind0 98M

7/27/2006 2:12 am

E invece credo che bisogna cominciare proprio dal significato (quello riportato nel dizionario) per arrivare dove realmente vuoi arrivare.
Sono daccordo con te, usiamo - abusiamo, e mi ci metto dentro anche io anche se sul mio profilo non utilizzo questa parola e quindi non sarei neanche tenuto a rispondere, in maniera per cosi' dire, incosciente, nel senso di poca coscienza. Mi voglio rinfrescare le idee e vado a vedere sul dizionario:"non rispettare, violare, eludere disobbedire; venir meno a un comando."
Come potrai notare, aver letto il significato della parola non mi ha aiutato a capire, vediamo i sinonimi di trasgredire:inosservanza, disubidienza, violazione, contarvvenzione,infrazione, ribellione, prevaricazione, inadempienza.
L'unica cosa che mi viene in mente è che la lingua italiana da una sorta di significato negativo alla parola trasgressione. Ma la trasgressione è solo negativa? E' vero su questo sito il trasgredire si associa ad un'altra parola: sessuale. Quindi componendo il tutto trasgressione-sessuale. Non credo che possiamo trovare il significato di un termine inventato da noi (almeno sul dizionario) quindi... siamo al punto di partenza?? no, non credo.
Ma che per caso ho già rotto le palle??? Dai sopportatemi per altre 3 o 4 righe (sto spudoratamente mentendo).
Voglio fare un'altro tentativo, il contrario di tragredire? Rispettoso, osservanza, ubidienza, adempimento. Quindi se non sono un trasgressore sono uno che segue le regole? pare proprio che sia cosi', quindi posso dire che quando trasgredisco non sto seguendo delle regole, ma quali? e nel sesso ci sono regole nel sesso? ma chi le ha inventate? .... forse l'uso comune, il tempo passato. Bisogna fare l'amore solo per concepire figli! una regola, quindi quando faccio l'amore e non vengo dentro sto già trasgredendo! pensare che io non pensavo di trasgredire .... ok .. andare contro le regole è dire che sto trasgredendo? secondo il mio ragionamenteo sembra proprio di di si, ma qui mi viene in mente un'altra cosa; mi viene in mente un gruppo musicale che ha modificato il modo di fare musica dei loro tempi e hanno iniziato un nuovo genere, hanno rivoluzionato qualcosa che in passato era cosi' e basta, (ovviamente non voglio pensare alle scoperte scentifiche, troppe e troppo dispersivo) quindi hanno trasgredito. Strano, se avessi voluto definere quel gruppo avrei detto che sono stati degli innovatori e non dei trasgressori. Usare la fantasia, il genio, o qual'unque altra cosa significa trasgredire? secondo voi dico una cazzata se dicessi che in ogni campo dell'espressione umana possono essere rintracciati esempi di trasgressione?
Va bene la faccio finita, diciamo che nell'arco della mia giornata trasgredisco spesso, anzi molto spesso, e credo di non essere l'unico, ma solo e soltanto perche soggettivamente vado contro quelle regole che mi sono state imposte da quando ero un bimbo, questa cosa non si fa, questa nemmeno.... nel sesso invece non trasgredisco, questo è un campo che si scopre piano piano soggettivamente. Pensare di fare sesso con 25 donne contemporaneamente e per me una cosa nuova e potrebbe anche essere eccitante ma per un sceicco probabilmente e normale. Esiste la trasgressione?


fortune_six 47M

7/30/2006 6:34 am

Sono a favore delle partenze intelligenti. Loro. Parti alle due di notte, percorrendo stradine secondarie, per andare al mare e credi di essere più furbo di venti milioni di connazionali? Bene che ti vada, alle due della notte successiva, avrai percorso una distanza pari al quadrato dell'ora di partenza... Concetto equivalente nella trasgressione. Dichiari di essere un assoluto negazionista della routine; esibisci la merce di commesso trasgressore, fatta di clisteri, pinze, palline, frustini, vibratori e amenicoli vari; presumi di conoscere tutte le vie del famolostrano, ma, alla resa dei conti, ti accorgi di aver scambiato cozze per cazzi, fantasia con realtà. E te ne torni mesto sui tuoi passi. Posizione classica e pedalare! Perchè trasgredire fa rima con regredire. Anche nel significante!


loveyoubaby76 40F
292 posts
7/31/2006 2:18 am

Come dice mens, esistono mille tragressioni. Personalmente, ritengo che abbia senso se le si associa il significato di 'cercare' e se non la si restringe al sesso. Cercare, senza tenere conto delle regole, divine, sociali, di legge. Trovare una strada e rimetterla in discussione, un ambiente e rimetterlo in discussione, un lavoro, un vizio, un amante, una citta' e rimetterli in discussione, per continuare a cercare. Non accetare la tranquillita' del 'noto' ed andare sempre verso l'ignoto, seguendo solo se stessi.

Dicendolo con De Andre

i futuri incontri di belle amanti scellerate
saranno scontri
saranno cacce coi cani e coi cinghiali
saranno rincorse morsi e affanni per mille anni

Ovviamente e' un inganno, ma che importa?


rm_kenoby63 54M
24 posts
7/31/2006 6:30 am

Trasgredire? Fare cose non consone. cose che nonn appartengono alla norma del vivere civile così come inteso dai più.
Andare in chiesa in costume da bagno, fare una grigliata alle otto di mattina... per qualcuno può essere normale fare costatemente l'amore in multipli di tre e trova normale che li faccia in due.
Perchè no?
Trasgredire. Fare qualcosa che non si è mai fatto. stupire tutti, compresi se stessi...


Donna_Italiana 42F
125 posts
8/3/2006 2:26 pm

Azzardo un sunto:
Trasgressione non c'è se non c'è normalità, o forse la trasgressione è proprio nella normalità.
Avrei dovuto chiedere cosa significa normalità? Umh!
Credo che cambiando l'ordine dei fattori il risultato sarebbe stato lo stesso, almeno stavolta.
Tra l'altro mancando un concetto generale/assoluto di normalità ne segue che ho posto una domanda inutile.
Applauso, inchino e me ne torno dove ero
(Si lo so: ho fatto tutto da sola, applauso compreso)


coppiabimonella 47M/35F

8/7/2006 7:53 am

Siamo completamente d'accordo con te, la tragressione non esiste, o meglio trasgredire vuole solo dire vivere la normalità cercando il massimo piacere possibile.


rm_BackStrollOn 63M
193 posts
8/13/2006 2:13 pm

E' un fatto essenzialmente soggettivo.L'infrazione di Regole e Convenzioni,ha poco a che vedere con la trasgressione,significa in genere uscire dal proprio sé,e rientrarci di corsa,per il gusto di smuovere un pò di adrenalina,il non saper fare qualcosa senza l'alibi di essersi abbndonati.In fondo una nuova frontiera dell'ipocrisia e della doppia morale,in fondo neanche tanto nuova.C'è un'abbondanza di definizioni simili:dalle classiche "bendotato","maggiorata" a "di ampie vedute".E' il giornalismo un tanto a mq, che opacizza i cm3 di materia grigia della gente,facendogli credere che uno non possa trovare niente di meglio da fare,tanto in fondo è tutto codificato e catalogato.Perché uno si vuol lasciare andare,ma senza che niente gli sfugga.


rm_ErmeNeuta 50M
5 posts
8/17/2006 2:05 am

Trasgredire e' la capacità di dare forma ai nostri tabù, qualunque essi siano. I tabù sessuali che più o meno direttamente ci vengono imposti da millenni (da quasi qualsiasi cultura) sono quelli che ci causano più problemi in quanto mirano a controllare la sfera del piacere. Trovare la forza di godere del piacere senza sentirsi in colpa e' la più grossa delle trasgressioni.


rm_ErmeNeuta 50M
5 posts
8/17/2006 2:12 am

Sono daccordo con quello che dici,la trasgressione non è qualcosa in se,più interessante è parlare del "senso" della trasgressione che ognuno può provare in base alla propria cultura e le proprie esperienze.La trasgressione in quanto tale non esiste


rm_pedro3429 42M/42F

12/30/2006 3:07 am

certo che dal tuo profilo hai molto di donna italiana... comunque vista la mia trascorsa vita, una mia trasgressione attuale è quella d'indossare la cintura di sicurezza in macchina


rm_veletsatis 39M
11 posts
1/28/2007 6:42 am

Meno male che il mio periodo scolastico è concluso da tempo,atrimenti mi sarebbe toccato in dote di sorbire tanti filosofi,ma con la dose consigliata come per il cianuro.
Trasgressione,normalità,sesso,piacere etc etc...
Parole che servono a sembrare più aperti,più alla mano,ma andate tutti a cagare,se non sapete cosa fare delle vostre idee e dei vostri così astrusi dizionari.
Vivere ogni giorno,mostrare un sorriso e scambiare dei punti di vista diventa sempre più assurdo,date tutte queste menti che tramano violenze,trasgressioni,perversioni,normalità,bdsm,ALT.com,IMC attivo adesso,chatta ora ma è meglio dopo,qui pro quo,ambarabaciccicocò,tutto e di più...
Ma una domanda a tutti noi poveri illusi:ci siamo resi conto delle sottrazioni sulle nostre carte di credito e della qualità del servizio offerto?perchè in coda alle poste ci lamentiamo,mentre su questo sito se ti chiedono seimila euro per dire stronzate facciamo la figura dei trasgressivi?ecco,e scusami Donna Italiana se abuso del tuo blog,ma spiegatemi questo tipo di trasgressione,questo tipo di incontri che saranno 1 su di un milione.Da quando mi sono iscritto ho cacciato una barca di soldi e nemmeno in chat ho potuto scambiare un punto di vista;dallo stesso periodo in poi mi sono accorto che,gratuitamente,ho trasgredito con più persone solo fuori da questo sito!Bravi,siamo tanto bravi...vorrei solo vedere il viso di chi incassa tutti questi soldi e chiedere a Lui o Lei che spiegazione da al termine trasgressione o normalità.Grazie,applausi,stop.Ed ora attendo commenti perbenisti sul:fatti i cazzi tuoi,se non ti piace qui,vai altrove,parli così perchè non scopi etc etc etc etc etc etc


Donna_Italiana 42F
125 posts
1/30/2007 8:19 am

Figurati, fai pure come stessi a casa tua.
io intanto


rm_veletsatis 39M
11 posts
1/31/2007 5:26 pm

Dormire,o meglio chiudere gli occhi appartiene a tutte le persone che sanno di mediocrità,che alla normalissima azione di cuore e polmoni non sanno aggiungere altro!
D'altra parte se vedo il titolo di questa inserzione,capisco con la tua risposta come mai a 40 anni ancora vuoi sapere da altri cosa è la trasgressione,ma ancora non hai imparato la finezza di un semplice colloquio che non prenda una piega acida.
Non è mai troppo tardi per imparare,ma forse lo è....per te!


rm_gaijin694u 46M
4 posts
2/1/2007 10:39 am

Trasgressione è essere se stessi..sempre...qualsiasi situazione/persone tu abbia intorno...in un mondo di pecoroni che vanno appresso tutti alle stesse cose e sembrano le folle di Metropolis di Lang...se riesci a pensare con la tua testa sei un rivoluzionario/a....cosa è la trasgressione per molti ? Sesso fast food ? ma per favore...lo fanno ormai a 12 anni...Rapporti multipli ? Già visti...s/m o altre abitudini poco "comuni" secondo la collettività ? Banale...vale lo stesso discorso che si può fare per uan linea di coca...se te la fai per fare il figo/a...sei un coglione non sei trasgressivo/a...se hai il coraggio di non fartela quando tutti attorno a te se la fanno e magari sacrifichi anche una scopata per questo..beh allora sei trasgressivo/a...mio padre è molto più trasgressivo di me e del 99% delle persone che conosco..perchè anche se ha 70 anni è trasgressivo di testa....insomma come dice il grande Bergonzoni... Sono scandalizzato da questo abuso di valori, ho bisogno della differenza !!!


YuM403 41M
1174 posts
2/4/2007 9:39 am


STO TRASGREDENDO..sto scrivendo a te!
---------------ReMix your life------->

ReMix your life


Donna_Italiana 42F
125 posts
2/4/2007 11:09 am

    Quoting rm_veletsatis:
    Dormire,o meglio chiudere gli occhi appartiene a tutte le persone che sanno di mediocrità,che alla normalissima azione di cuore e polmoni non sanno aggiungere altro!
    D'altra parte se vedo il titolo di questa inserzione,capisco con la tua risposta come mai a 40 anni ancora vuoi sapere da altri cosa è la trasgressione,ma ancora non hai imparato la finezza di un semplice colloquio che non prenda una piega acida.
    Non è mai troppo tardi per imparare,ma forse lo è....per te!
1)Rileggere il post, e la sua data, prima di intervenire sarebbe cosa sana

2)A 40 anni non so cosa vorrò.

3)Intanto a 31 anni non era certo per farmi spiegare cosa significasse la parola trasgressione.
Per quello giustamente c'è il dizionario

4) riporto parte del tuo post (recente)

non ho scelto questo sito per organizzare appuntamenti di piacere o altre cose simili,ma per far sì che la mia conoscenza si scontrasse e s'incontrasse con quelle delle altre persone,polemiche e non.

(...)

Imparate,mie carre donne o femmine,quale spettacolo piace ai pochi,ma ottimi,uomini di classe,dove le predisposizioni fisiche del partner contano fino ad un certo punto,ma per sviluppare curiosità e stimolare la propria fantasia sessuale e non,servono finezza e coscienza dei propri mezzi con un pizzico di voglia di mettersi in gioco reale e non solo per scopare.
Polemicamente vostro

Veletsatis


Vuoi scambi polemici?
Perchè proprio in questo vecchio e sepolto post hai scelto di liberare la tua vena polemica?

Ribadisco: nulla in contrario, accetto tutto sul blog. Non cancello gli interventi di nessuno.
Ma allo stesso modo gradirei si rispettassero anche le risposte degli altri e soprattutto cogliere magari un po' di sana ironia e autoironia

Mi risulta arduo comprendere come un uomo di classe si sia abbassato alla mia mediocrità.
Ma mi limito ad osservare. Capire sarebbe troppo per me

Saluti


marcello512 49M
1524 posts
3/6/2007 9:19 am

Una volta ho trasgredito sul serio: molto tempo fà ero in un mezzo pubblico...ho aperto il mio bel libro di Stefano Benni "BAR SPORT" e ho continuato la mia divertente lettura...ad un certo punto, letto un paragrafo, ho fatto davvero fatica a trattenermi...ti giuro su Dio avevo le lacrime agli occhi..ho chiuso il libro e mi sforzavo ad non pensare a quello che avevo appena letto...una volta calmatomi riprendevo a leggere..ma mi bastavano due righe e riiniziava l'agonia.
E' un'episodio che ricordo molto bene..un sprazzo di felicità spensierata...


fiocco_di_neve 52F  
1807 posts
5/26/2008 11:51 am



La diversità e la trasgressione fanno parte del circo di qualunque forma e di qualsiasi epoca.

Per definire l'universo concentrazionario e trasgressivo è utile partire da una
descrizione che è una testimonianza.

Le complicità erano dovute al fatto che il campo di
concentramento e il campo di sterminio nascono inseriti in un sistema
organizzativo industriale. Forniscono mano d'opera a basso costo;
utilizzano impianti che sono prodotti con una finalizzazione ben precisa
(si pensi agli impianti più caratteristici: le camere a gas); hanno una
ridistribuzione di ricchezza o di risorse che consente non solo alla
Germania ma ad una vasta parte del mondo di fare sì che, in momenti di
penuria, vi siano dei serbatoi a cui attingere.
Leggiamo questa descrizione: Mautheusen è un paesino nella pianura del
Danubio; calato in un paesaggio sparso di frutteti e di fattorie ben
tenute, con le case chiare e le strade strette tipiche di quelle campagne,
sarebbe un posto come tanti altri, se la strada che lo attraversa non
proseguisse verso la collina dove, al di là di alberi e cespugli, si
profilano le mura di quello che è stato uno dei più temuti campi di
sterminio nazisti.
Lungo quella strada decine di migliaia di prigionieri sono passati per
andare al lavoro coatto nelle fabbriche e nelle fattorie del III Reich, per
rimuovere macerie, riparare strade e ferrovie, disinnescare bombe; e molti
di loro si consideravano fortunati rispetto a quanti erano addetti alla
cava vicino al campo, dove si lavorava di piccone sul fondo melmoso a
sbozzare macigni, e si risaliva sotto il loro peso una scala di 189 gradini.
Appunto per sfruttare la cava di Mautheusen nasce nel 1938, un accordo fra
il Comune di Vienna e la Direzione delle SS., che ne tiene l'appalto
attraverso una azienda a suo intero controllo, la Dest. Basta questo
esempio a mostrare la doppia faccia dell'organizzazione: cardine ideologico
e pratico del razzismo e dello stato totalitario, corpo militare-poliziesco
del tutto autonomo, ma anche impresa a larghissimo giro d'affari,
attrezzata per lo sfruttamento di mano d'opera a basso costo e dedita ad un
accumulo di ricchezze che ne fanno una potenza economica di primo piano.

Questa piccola ma costante descrizione può far capire la complessità dell'universo
concentrazionario e il sottile filo di trasgressione di una delle tante ....immense forme di trasgressione...

Funzionamento del complesso: regole e trasgressioni

Questo punto riguarda il funzionamento di un insieme molto complesso che
ha bisogno di tante regole e di continue trasgressioni. Nell'universo
concentrazionario e trasgressivo questo vuol dire essere sempre in una situazione di
delegittimazione che espone a legittime punizioni, essere quindi al centro
di un nodo scorsoio, che può strozzare in ogni momento, che tiene sempre
col fiato sospeso. Tutto deve funzionare. Ma il mito della straordinaria
organizzazione TRASGREDIRE è falso.(LA CHIAMO,AMO CHIAMARLA ORGANIZAZZIONE TRASGREDIRE,VISTO CHE TOCCA OGNI INDIVIDUO,PERSINO GLI ANIMAL In realtà è un'organizzazione che per funzionare ha
bisogno della trasgressione; degli orari, dei percorsi, del ritmo imposto
ed insostenibile; trasgressione fatta di piccoli furti e di tante altre
piccole mancanze, di piccoli soprusi che costellano la giornata del campo
di sterminio.(HO VOLUTO SCEGLIERE QUESTO PUNTO,UN CAMPO DI STERMINI Allo stesso modo chi è disposto per mantenere l'ordine nel
campo di sterminio ha un regolamento inapplicabile e deve trasgredirlo
continuamente. Chi è fuori, lontano dal campo di sterminio, è preso
dall'universo concentrazionario e deve a sua volta fingere di seguire delle
regole, ma non seguirle, per permettere il funzionamento dell'universo. Un
funzionamento che ha bisogno di un'industria che continui a produrre e che
ha bisogno quindi di trasgredire la spietatezza per conservare a volte una
mano d'opera che non è così sostituibile come la regola vorrebbe far
credere. Ha bisogno quindi di fingere di non sapere, sapere e sapendo non
voler sapere.
E' una situazione complessa che mette ciascuno nella possibilità di essere
continuamente oggetto di legittime punizioni.
Nell'universo consumistico la competizione determina una corsa a sapere
occultare le trasgressioni. Ciascuno tenta di barare e si salvaguarda
mettendo sempre in atto un'attitudine e un atteggiamento processuale: vuol
fare il processo al mondo e quindi è giudice del mondo perché si sente
imputabile. La mania di una stagione televisiva dei processi, di stabilire
a colpi di telefono e a furor di popolo chi è innocente e colpevole senza
mezzi toni, senza mezze misure, è qualcosa di più di una mania stagionale,
è la costante di una gara che ha bisogno di continui trucchi per essere
giocata, di continue trasgressioni che espongono ciascuno ad essere nello
stesso tempo vincitore o vittima, potrebbe essere imputato o giudice in un
processo. Ciascuno prende un'attitudine di aggressione processuale nei
confronti di tutti gli altri.

Informazione: raccontare e ascoltare; comprendere e semplificare...QUESTO E SEMPRE STATO IL SISTEMA...

Una linea di resistenza che passa attraverso la
somiglianza con l'altro, l'accettazione dolorosa della complicità,
l'elaborazione attiva della colpa, il non sentirsi "giusti". E' il primo
passo per una condivisione nella ricerca della linea di resistenza e di
liberazione ATTRAVERSO LA FORMA TRASGRESSIVA...e'un qualcosa che non finisce mai....e la normalita'...sara'inrecciata in mezzo...tra i fili sottili...



[/SIZ

Fiocco di Neve


Become a member to create a blog