IL VISITATORE NOTTURNO  

Balrog06 46M
1 posts
2/18/2006 7:24 am

Last Read:
3/5/2006 9:27 pm

IL VISITATORE NOTTURNO


Il conte era nella sua camera. In piedi, fissava assorto il letto. Da quanto tempo era lì?
Mezz'ora? Un'ora? Non se ne ricordava, ma non si decideva a coricarsi.
Il sonno, che normalmente è una benedizione, da un pò di tempo si era trasformato in una vera maledizione.
Perchè da un pò di tempo il conte faceva sogni strani...e paurosi.
Si avvicinò alla finestra. Dal secondo piano si godeva di una magnifica vista sui Carpazi, ma ora era tutto buio.
Poteva chiamare la domestica, da quando la moglie era morta ogni tanto la faceva salire da lui. Si godeva i suoi pompini, l'abile tocco di quella lingua che stimolava i punti più sensibili del suo cazzo, l'avidità di quella gola che trangugiava tutto il suo liquido.
Sapeva che la giovane puttanella era disposta a molto di più, ad aprirgli tutti i suoi buchi, nella speranza di diventare la sua amante e poi... Impensabile. Che avrebbero detto i suoi amici del matrimonio con una popolana?
Il conte era un uomo annoiato. Almeno ci fosse stato De Sade. Non vedeva quel pazzo di francese da sei mesi. Con lui sì che ci si divertiva.
Di scatto, il conte si mise sotto le coperte. Una candela sul comodino illuminava fiocamente la stanza.
Quel sogno, quel dannato sogno...buio, un respiro sommesso, un vago odore minerale, di terra, che mutava in uno strano aroma animale.
Ogni volta, il respiro era sempre più vicino, era sicuro di poter toccare l'intruso...ma non riusciva a muoversi.
La scorsa notte poi aveva avuto la sensazione di essere sfiorato sul petto da una mano, che alla fine lo aveva artigliato in mezzo alle gambe. Si era svegliato di colpo, gemendo. Follie...Eppure...Alla fine scivolò nel sonno.
Un peso sopra di lui. Spalanca gli occhi nel buio...il respiro, caldo, è vicinissimo, l'odore animale è ovunque. - Chi sei? - Sussurra terrorizzato.
Un dito sulle sue labbra. Due mani veloci, leggere, gli sfilano la vestaglia. Una bocca sulla sua. La lingua che esplora...è lunga, quasi lo soffoca.
Comincia a succhiarla, sente la saliva del visitatore, copiosa e vischiosa, inondargli la bocca. Eccitazione.
Il cazzo che si indurisce di colpo, una mano lo afferra e comincia a strizzarlo, delicatamente. Le mani del conte scorrono sulla schiena del visitatore, la pelle è seta, accarezzano la testa dai lunghi capelli dell'ospite misterioso, si fermano sul suo petto. Due tette piccole e dure. Una femmina dunque.
Lei scende giù, glielo prende in bocca e lo poppa con frenesia, lo morde, alla fine è un'esplosione di sperma, il mugolio di soddisfazione di lei, l'urlo di piacere di lui.
Risale sul suo corpo con le gambe lunghe e muscolose, gli preme qualcosa sulla bocca...ma...è un membro. Come? Lo shock, l'impossibilità di sottrarsi.
Lo accoglie, è grosso, pulsante, aspro, il visitatore/visitatrice va avanti e indietro, col respiro sibilante, quel coso gli entra in gola, e poi è lei/lui a venire in un fiotto di sperma dolciastro.
Sale ancora un pò e...un sesso femminile! Come è possibile? Sconvolgente.
Il conte lo lecca con avidità, presto la sua faccia è impiastricciata dagli umori di lei/lui. Non è finita.
Lei/lui scende giù, la lingua viscida gli accarezza le palle, si insinua nel suo culo, presto ce l'ha di nuovo duro.
Il visitatore/visitatrice se lo infila in quella figa che non dovrebbe esserci, poi lo gira a pancia in giù e lo incula con quel membro che non dovrebbe esserci. Dopo è il turno del conte...e via così, per quanto? Il tempo non ha più significato.
Il conte è esausto, sul letto.
Lei/lui è di nuovo a cavalcioni sul suo corpo; lo bacia e...due denti aguzzi, due sottili punture nel collo.
Il conte afferra un braccio del visitatore, ma un ringhio minaccioso lo fa desistere. Si abbandona, sente il sangue, la vita, che gli viene portata via.
Ad un tratto lei/lui gli parla, la voce è profonda e stranamente distante, come se provenisse da un'altra stanza ‒ resteremo per sempre insieme ‒ gli dice.
Il morso, un lampo di dolore. Stacco netto. Buio.

mokadolce 40F

3/8/2006 5:29 am

..........braavo.........sono entrambe (le inserzioni) molto belle, con un che di misterioso..........complimenti caro


Become a member to create a blog