Patetica.  

Aroveto 46M
55 posts
10/6/2005 6:11 am

Last Read:
3/5/2006 9:27 pm

Patetica.


Coloro che hanno passione per la musica classica sanno che esistono due composizioni conosciute con il nome di "Patetica": la Sesta Sinfonia di Tchaikovskij e l'Ottava Sonata per Pianoforte di Beethoven. La prima trae origine da una richiesta di opinione che l'edonista compositore russo fece al proprio fratello in merito alla sua ultima sinfonia. Il fratello rispose lapidariamente: E' patetica. E con quel nome passerà alla storia. La seconda, che però temporalmente si colloca parecchi decenni prima della sinfonia di Tchaikovskij, trae origine da uno sfogo del titano di Bonn dopo che ebbe l'ennesimo rifiuto da una delle tante donne di cui si era innamorato: lei, nobile, non avrebbe mai accettato di accoppiarsi con lui, borghese, anche se già in vita considerato il più grande musicista di tutti i tempi. Ebbene questa modestissima inserzione purtroppo vuole interrompere la successione di quelle divertenti, per un groppo alla gola del quale debbo liberarmi. Sono costernato, ma sembra che un demone cattivo si stia accanendo per togliermi ogni piacere nei rapporti con il gentil sesso. Atto Primo: Una mia carissima amica, di travolgente e diafana bellezza, di indiscutibile classe, e rara educazione, della quale mi ero invaghito anni or sono, mi ha testé annunciato che si sposa con uno che ha conosciuto e con il quale sta assieme da poco più di un anno. Atto Secondo: Una donna splendida, maliziosa, intrigante, dinamica che ho conosciuto su questo sito, mi ha appena annunciato che deve interrompere la nostra virtuale amicizia, che avrebbe dovuto sfociare nell'incontro, perchè in attesa di un bimbo. Atto Terzo: Tutta una serie di pulzelle del mio entourage latitano meglio di Provenzano, e mi fanno sentire come Quasimodo (il gobbo non il poeta). A questo punto è corretto farsi un esame di coscienza, che non servirebbe a molto, giacchè Kant scriveva che la ragione umana ha questo peculiare destino in un genere delle sue conoscenze: che essa viene afflitta da domande che non può respingere, perché le sono assegnate dalla natura della ragione stessa, e a cui però non può neanche dare risposta, perché esse superano ogni capacità della ragione umana. Ho sempre avuto un discreto successo, le ho sempre fatte ridere e divertire, sono sempre stato rispettosissimo e cortese, ma la domanda è: che cazzo hanno le donne contro di me? Incomincio a pensare se non sia il caso di modificare il mio profilo è inserire che sono bene accette le "Attività alternative" di un certo tipo. Non è nobile, ma almeno non devi fare a pugni con il tuo stomaco e con quel piccolo muscolo che governa ogni aspetto della nostra esistenza: il cuore.

Become a member to create a blog